Riaperto il bando energia e starter in Emilia Romagna

Riaperto il bando energia e starter in Emilia Romagna

Home / News / Riaperto il bando energia e starter in Emilia Romagna

E’ stato riaperto il bando per accedere al Fondo multiscopo di finanza agevolata della regione Emilia Romagna: dal 1 marzo fino al 7 maggio c’è la possibilità di presentare le domande per accedere ai circa 23 milioni di risorse ancora disponibili per i due “filoni” previsti: Energia e Starter.

Energia: fondo per sostegno green economy

ENERGIA è un fondo rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata, pensato per il sostegno di interventi di green economy. Oggetto del finanziamento sono quindi interventi a sostegno della promozione dell’efficienza energetica e dell’uso di energia rinnovabile delle imprese. I progetti agevolabili, che devono avere localizzazione produttiva in cui si realizza l'investimento in Emilia-Romagna, sono volti a:

  • migliorare l’efficienza energetica ed ridurre i gas climalteranti;
  • produrre energia da fonti rinnovabili, esclusivamente per autoconsumo, nonché gli impianti di cogenerazione ad alto rendimento, ai sensi della Direttiva 2012/27/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio.

Le spese ammesse sono quindi quelle per:

  • interventi su immobili strumentali: ampliamento e/o ristrutturazione, opere edili funzionali al progetto;
  • acquisto ed installazione, adeguamento di macchinari, impianti, attrezzature, hardware;
  • acquisizione di software e licenze;
  • consulenze tecnico/specialistiche funzionali al progetto di investimento;
  • spese per la redazione di diagnosi energetica e/o progettazione utili ai fini della preparazione dell’intervento in domanda.

I giustificativi di spesa dovranno avere data successiva a quella di presentazione della domanda, ad eccezione di quelli relativi alla predisposizione della documentazione tecnica.

Il fondo finanzia progetti attraverso mutui a tassi agevolati. Il mutuo oggetto dell’iniziativa può avere una durata massima di 96 mesi e importo massimo € 500.000. E’ previsto un tasso zero per il 70% dell’importo ammesso e sul rimanente 30% un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75%

C’è inoltre la possibilità di un contributo a fondo perduto finalizzato a coprire lo studio di fattibilità e di stesura del progetto e le spese tecniche per la diagnosi energetica. L’importo massimo del contributo non potrà superare il 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

Starter: fondo per sostenere nuova imprenditorialità

STARTER è un fondo rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata, pensato per sostenere nuova imprenditorialità in Emilia Romagna. Beneficiari dell’intervento sono le piccole imprese che:

  • siano iscritte al Registro Imprese da non più di 5 anni dalla data di presentazione della domanda;
  • abbiano localizzazione produttiva in Emilia-Romagna (dove si realizza l’investimento);
  • siano attive all’atto di richiesta di erogazione del finanziamento;
  • abbiano codice ATECO tra quelli indicati nel bando http://www.fondostarter.unifidi.eu/i-beneficiari/?idC=61731

I progetti agevolabili sono quelli rivolti a:

  • innovazione produttiva e di servizio;
  • sviluppo organizzativo;
  • messa a punto dei prodotti e servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo;
  • consolidamento e creazione di nuova occupazione sulla base di piani industriali;
  • introduzione ed uso efficace di strumenti ICT, nelle forme di servizi e soluzioni avanzate, con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale.

A titolo esemplificativo sono quindi spese “presentabili” quelle per acquisizione di brevetti/licenze/avviamento, spese per partecipazioni a fiere promozionali e per acquisto/ristrutturazioni di immobili strumentali.

E’ finanziabile il 100% del progetto presentato con un mutuo chirografario che può avere una durata di 36-96 mesi (compreso preammortamento di massimo 12 mesi). L’importo massimo finanziabile è 300.000 euro (minimo 20.000).

Il finanziamento avviene per il 70% dalle risorse pubbliche del Fondo e per il restante 30% tramite domanda agli istituti di credito. E’ previsto un tasso zero per il 70% dell’importo ammesso, e ad un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% per il restante 30%

Sia per ENERGIA che per STARTER nella fase di istruttoria e valutazione della domanda sussiste una valutazione del merito creditizio volta a verificare la tenuta economico-finanziaria del progetto e la capacità di rimborso del finanziamento da parte dell’impresa richiedente.


Pmitutoring è al tuo fianco per una valutazione del merito creditizio, per un supporto nella stesura della domanda (che va inviata telematicamente) e/o per accompagnarti in banca per la richiesta di finanziamento (Crédit Agricole – Cariparma, partner pmitutoring, è tra gli istituti di credito convenzionati a cui richiedere il finanziamento oggetto del bando).


Dario De Benedetti

Scarica articolo in pdf

Per informazioni e per organizzare un incontro in azienda basta mettersi in contatto con uno dei nostri tutor, compilando l’apposito form che si trova al link: http://www.pmitutoring.it/come-funziona


Chiamaci al numero verde

800 94 25 52

o compila il form sottostante, e i dati della tua azienda, per ottenere in poche ore un' analisi di fattibiltà della tua richiesta di finanziamento.

Ti contatterà un nostro tutor per accompagnarti.


Informazioni preliminari