La Commissione UE, con comunicazione del 16 giugno, ha autorizzato le modifiche introdotte dal Parlamento nella conversione in legge del decreto liquidità.

Le principali novità, operative dal 19 giugno, che riguardano la garanzia concessa al 100% sono :

- innalzamento dell'importo massimo concesso a 30.000 euro dai 25.000 euro precedenti (resto il vincolo che il finanziamento non può superare il 25% dei ricavi o il doppio della spesa salariale annua dell’ultimo esercizio utile)

- durata massima fino a 10 anni, rispetto ai 6 anni precedenti (fermo restando l'obbligo di non iniziare il rimborso prima di 24 mesi dall'erogazione)

- allargamento dei beneficiari con estensione anche a broker, agenti e subagenti di assicurazione nonchè enti del Terzo settore (compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti che esercitano l’attività di impresa o commerciale, anche in via non esclusiva o prevalente o finalizzata all'autofinanziamento)

- l’approvazione delle domande, senza valutazione del merito di credito ai fini della concessione della garanzia, riguarda tutti i soggetti ammissibili, le imprese fino a 499 dipendenti (la precedente soglia era 249) e tutte le operazioni finanziarie.

La legge di conversione ha introdotto anche la copertura al 100% per le operazioni al di fuori del punto 3.2 Quadro temporaneo che si può ottenere sommando la garanzia del Fondo a quella concessa dal confidi su fondi propri.

Novità anche per le operazioni di rinegoziazione o consolidamento:

- obbligo di credito aggiuntivo pari almeno al 25% del debito (in precedenza era il 10%)

- riduzione del tasso di interesse applicato sul finanziamento garantito

Il sito del Fondo di Garanzia riporta alcuni dati che mostrano l'impatto attuale della manovra: dal 17 marzo al 17 giugno 2020 sono pervenute 654.067 domande per un ammontare di € 34.962.999.143. Le domande fino a 25.000 euro sono state 586.740 quindi l'89,7% del totale, per un importo pari al 33,8% del totale di finanziamenti richiesti.

PMI Tutoring sta lavorando diverse domande di finanziamento collegate al decreto liquidità. Soprattutto per operazioni di rinegoziazione o consolidamento del debito la presenza di un professionista sta rivelandosi decisiva per ottenere finanziamenti anche di importi consistenti. Se vuoi conoscerci meglio, essere aiutato in una domanda di finanziamento e ottimizzare il rapporto con gli istituti di credito, contattaci. Uno dei nostri tutor ti supporterà nell’intero processo di domanda di accesso al credito.

Chiamaci al numero verde

800942552

o compila il form sottostante, e i dati della tua azienda, per ottenere in poche ore un' analisi di fattibiltà della tua richiesta di finanziamento.

Ti contatterà un nostro tutor per accompagnarti.

Mettiamoci in contatto
Questo sito utilizza cookie di profilazione, di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto OK oppure proseguendo la navigazione, anche mediante modalità scrolling.
OK LEGGI DI PIù