Fondazione Cariplo ha approvato la costituzione di un fondo di 2 milioni di euro per mitigare gli effetti indesiderati nei confronti degli enti non profit, causati dalle misure di contenimento del COVID-19.

In questa situazione di emergenza, molti enti non profit si sono fatti carico di servizi straordinari e molti stanno subendo un danno economico legato alle misure prudenziali per contenere il diffondersi del virus. Il fondo in questione vuole sostenere tali enti, soprattutto quelli che hanno subito ingenti mancati introiti e che stanno attivando misure straordinarie per assitere le persone in difficoltà.

Fondazione Cariplo interverrà in collaborazione con le Fondazioni di comunità ed alcune di loro (es. Lodi e di Bergamo) hanno annunciato a loro volta l’avvio di iniziative e di fondi speciali a cui Fondazione Cariplo darà il proprio apporto. L' idea è far coinvolgere nel fondo anche le risorse di altri soggetti così da aggregare risorse utili per organizzazioni, enti, associazioni che forniscono servizi alle famiglie o gestiscono luoghi di cultura (es. musei e teatri).

Le risorse stanziate sono destinate a supportare innanzitutto iniziative emergenziali che sostengano e potenzino l’attivazione di servizi di prossimità a supporto della domiciliarità “forzata” di persone fragili.

Il terzo settore che gestisce molti servizi a supporto della famiglia (asili nido, scuole, cetri per anziani) é il naturale fruitore dell'iniziativa e proprio alcuni Enti del Terzo settore direttamente coinvolti segnalano ad esempio queste casistiche:

- l’esigenza di rispondere ai bisogni di cura di alcune categorie particolarmente fragili, che si sono trovate senza supporto a causa della chiusura dei servizi ordinari, ha determinato un innalzamento dei costi del servizio per i quali non è prevista nessuna copertura economica;

-la chiusura dei servizi diurni, in particolare per quelli a gestione diretta o in convenzione con l’ente pubblico con forme contrattuali che prevedono il pagamento a prestazione e non a forfait, ha generato una riduzione delle entrate a sostanziale parità di costi;

- la chiusura delle attività culturali, oltre ai problemi legati ai mancati introiti di queste settimane a fronte di costi non comprimibili, causerà difficoltà organizzative legate alla ricalendarizzazione degli eventi, ai rimborsi di biglietti già pagati, o a eventuali extra-costi

- le cooperative sociali di tipo B, in certi casi, hanno dovuto bloccare la produzione e potrebbero non riuscire a rispettare le scadenze delle commesse (alcune non procrastinabili)

PMI Tutoring è ben felice di diffondere questa lodevole iniziativa che supporta il terzo settore, che svolge un ruolo importante in molti territori della Penisola.

Restiamo a disposizione per informazioni e vi invitiamo a contattarci.

Chiamaci al numero verde

800942552

o compila il form sottostante, e i dati della tua azienda, per ottenere in poche ore un' analisi di fattibiltà della tua richiesta di finanziamento.

Ti contatterà un nostro tutor per accompagnarti.

Mettiamoci in contatto
Questo sito utilizza cookie di profilazione, di terze parti, per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto OK oppure proseguendo la navigazione, anche mediante modalità scrolling.
OK LEGGI DI PIù