Capacità di “servizio del debito”: come renderla attraente

Rendersi attraenti agli occhi delle banche presentando richieste senza errori è il primo passo verso il giusto finanziamento.

Compilare le pratiche in modo impeccabile non sarà però sufficiente se l’attività non sarà in grado di sostenere gli interessi del finanziamento richiesto.

È la domanda fondamentale alla quale il gestore che istruisce la pratica di finanziamento dovrà rispondere: questa azienda sarà in grado di pagare gli interessi e le rate del finanziamento che chiede?

Il primo sguardo verso cui gli istituti bancari rivolgono la propria attenzione è il servizio del debito: l’ammontare necessario a pagare gli interessi e le rate capitale dei finanziamenti alle imprese.

Ma, nel dettaglio, cosa si analizza?

Il gestore dovrà compiere due verifiche. Calcolare il servizio del debito e verificare il cash flow a servizio del debito.

CALCOLARE IL SERVIZIO DEL DEBITO

Significa analizzare i piani di ammortamento dei finanziamenti all’impresa in essere anche con altri istituti. Considerare anno per anno la sommatoria di tutte le rate capitale e delle rate interessi dei finanziamenti già in essere e stimare l’ammontare degli interessi per finanziamenti a breve termine (cassa e autoliquidanti).

VERIFICARE IL CASH FLOW A SERVIZIO DEL DEBITO

Il gestore verifica il cash flow realizzato annualmente dalla società e analizza se l’investimento per il quale viene richiesto il finanziamento può impattare o meno sul MOL (un investimento in un macchinario, ad esempio, potrebbe impattare positivamente sul MOL).

Il Cash flow è influenzato principalmente da tre fattori:

  • il risultato operativo prima degli ammortamenti (MOL o EBITDA);
  • gli investimenti;
  • la gestione del circolante, ovvero incassi, i pagamenti e il livello delle scorte.

MISURARE LA CAPACITA’ DI SERVIZIO DEL DEBITO: il DSCR

Per misurare la capacità di servizio del debito si può far riferimento al Debt-Service Coverage Ratio, un indicatore di quantità di cassa disponibile per soddisfare gli interessi annuali e il rimborso del capitale sul debito.

Nella sostanza si va a verificare quanto il flusso finanziario generato copra il servizio del debito.

Si calcola prendendo il cash flow al servizio del debito (o cash flow operativo) e lo si rapporta al Servizio del debito (quota di capitale annua + interessi)

DCSR = CFO/(quota di capitale annua + interessi)

Per avere un buon risultato, l’indicatore dovrà essere superiore ad 1.

È quindi importante che l’impresa in fase di richiesta di finanziamento possa fornire un prospetto e tutte le informazioni necessarie a dimostrare la capacità dell’impresa di coprire il servizio del debito.

Non sempre è necessario un business plan, ma un semplice prospetto che riporti negli anni futuri un cash flow operativo (se stabile nel recente passato) da confrontare con le quote capitale da pagare aumentate degli interessi.

Grazie a Pmi Tutoring e ai nostri tutor puoi portare avanti la tua richiesta di finanziamento in modo semplice e veloce. Scopri di più.

Chiamaci al numero verde

800942552

o compila il form sottostante, e i dati della tua azienda, per ottenere in poche ore un' analisi di fattibiltà della tua richiesta di finanziamento.

Ti contatterà un nostro tutor per accompagnarti.

Mettiamoci in contatto